Primo Piano

21.07.2021

Il Segretario Mazzoni confermato all'Onaosi

Vince la lista Onaosi Futura alle elezioni 2021-2026: un nuovo futuro per i medici assistiti

ALLA LISTA ONAOSI FUTURA IL 65% DEI VOTI. Il Segretario Mazzoni è stato eletto nel Comitato di Indirizzo della Fondazione Onaosi. Un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno sostenuto la nostra lista. La lista ONAOSI FUTURA ha ottenuto la maggioranza dei voti, nella categoria dei Medici dipendenti, nelle elezioni del Comitato di Indirizzo della Fondazione ONAOSI per il quinquennio 2021-2026. Il 65% delle schede valide, e i 13 seggi ottenuti, rappresentano un innegabile successo politico che conferma, per la terza volta consecutiva, la fiducia dei contribuenti-elettori nei confronti di una Lista frutto di un’ampia convergenza sindacale, rendendo possibile la prosecuzione del lavoro di potenziamento e di crescita avviato e portato avanti nei precedenti mandati.   [ Leggi ]

Notizie
094900321198x300.jpg

21.07.2021

Riunione INPS-SINDACATI maggiormente rappresentativi

IL NOSTRO IMPEGNO COSTANTE, TENACE, COSTRUTTIVO

Oggi alle 12 si è tenuto un incontro tra Inps e Sindacati per discutere su Acn per i Medici esterni Inps. Alla riunione il Simet ha partecipato quale Sindacato maggiormente rappresentativo. Le sigle presenti sono Fimmg, Sumai, Simet, Anmi-Femepa, DirstatFialp.  Il Simet è stato rappresentato dal Presidente Nazionale Gianni Piccirillo, che così ha commentato: "Il nostro impegno è la salvaguardia del valore professionale dei medici esterni in attività in forza di convenzione con Inps. Le argomentazioni sono state sviluppate e portate all'attenzione degli interlocutori da tempo. La nota Simet ultima le racchiude".  La alleghiamo quale testimonianza di una determinazione che viene da lontano I nostri iscritti sanno di poter contare sul nostro impegno costante, tenace, costruttivo. Nota SIMET

20.07.2021

Intersindacale boccia la proposta del Direttore Assistenziale e ne chiede il ritiro

NO AL DIRETTORE ASSISTENZIALE PROPOSTO DALLA REGIONE EMILIA ROMAGNA. INTERSINDACALE CHIEDE IL RITIRO DELLA PROPOSTA 20 luglio 2021 - L’Assessore alla sanità della Emilia Romagna vuole istituire la figura del Direttore Assistenziale all’interno della Direzione Generale delle aziende sanitarie. C’è da scommettere che, a partire da questa Regione, mosca cocchiera, tale innovazione inonderà presto tutta la Penisola, in modo che nessuno sia escluso dal risolutivo beneficio che ne deriva. Leggi il comunicato

La Rassegna

14.07.2021

L'AGENAS ha pronta la riforma dell'assistenza territoriale

TUTTO CAMBIA

Tutto scritto nero su bianco nella bozza di riforma dell'assistenza territoriale ispirata dal nuovo Patto per la Salute e aggiornata con le indicazioni e i progetti del Pnrr. L'ha redatta il Gruppo di lavoro Agenas sull'assistenza territoriale ed è ora all'esame della Cabina di Regia per il Patto per la Salute. Il primo tassello è il Distretto Socio-Sanitario (1 ogni 100mila ab.) nel cui ambito opereranno Case della Comunità, grandi e piccole e gli Ospedali di Comunità. Sempre in capo al Distretto il coordinamento di tutte le attività di assistenza domiciliare e delle Rsa.Leggi tutto su Quotidiano Sanità

13.07.2021

REPORT INCONTRO MMG CON MINISTERO SALUTE

Cauto ottimismo

Si è tenuta ieri in video conferenza la riunione con il Ministero della Salute, più volte sollecitata da SMI, SIMET, FPCGIL e SNAMI su temi riguardanti I medici di medicina generale. Alla riunione, presieduta dall'On. Massimo Paolucci - Capo Segreteria del Ministro - e dalla Dr.ssa Rossana Ugenti - Direttore Generale delle professioni sanitarie e delle risorse umane del SSN - hanno partecipato per il SIMET il dottor Roberto Colantonio e il dottor Pasquale Ortasi. L’impressione dei nostri delegati è stata positiva, si è svolto un lavoro costruttivo, sopratutto è stato considerato l’aumentato carico di lavoro per i medici di medicina generale e per i pediatri di libera scelta, che si sono impegnati sette giorni su sette per 12 ore al giorno, in questi due anni di pandemia. Dai dirigenti del Ministero è stato recepito quanto detto in particolare: 

1. Modalità di erogazione del green pass Poiché i MMG non svolgono prioritariamente erogazioni vaccinali, né possono certificare il lavoro svolto da altri, appare evidente che non possano essere coinvolti nella erogazione del Green Pass. Attualmente il coinvolgimento dei MMG è in percentuale minima ma essendoci la disponibilità delle farmacie e di altre strutture come i distretti, si è richiesto di stabilire l’esclusione dei medici di MMG dalla pratica Green Pass. 2. Riconoscimento Inail per gli infortuni dei medici di medicina generale sul posto di lavoro, compreso quello derivante da contagio Di questo si occupa appunto l’INAIL, il Ministero non può entrare per legge nelle sue competenze. hanno comunque riconosciuto  il problema e valuteranno il percorso da seguire per risolverlo. 3. Contrattualizzazione dei compiti aggiuntivi attribuiti alla medicina generale (disponibilità 12 h 7 gg su 7, tracciamento, messa in quarantena, fine isolamento) Il Ministero si è dichiarato disponibile, anche se ha dichiarato che non può intervenire direttamente in quanto questi compiti sono da delineare all’interno dell’ ACN, quindi di competenza Sisac. Probabilmente la trattazione di questo punto è rimandata a quando ci sarà la ristrutturazione del Territorio e quindi al prossimo contratto. 4. Piano di assunzione nei prossimi due anni alla luce dei pensionamenti dei MMG I dirigenti del Ministero hanno affermato che stanno provvedendo alla redazione di un documento in tal senso che sarà pubblicato tra circa 15 giorni.  In tale documento decade l’incompatibilità tra formazione e incarichi e quindi ci sarà un aumento delle borse di studio per gli specializzandi, che possono essere incaricati mentre si fa il corso. Per quanto riguarda l’organizzazione delle Case della salute e altri riassetti territoriali si è concordato che, non essendo all’Ordine del Giorno la discussione in merito, le nostre organizzazioni rimangono a disposizione per redigere un piano concordato che sarà inviato inderogabilmente entro il 31 marzo 2022 a Bruxelles per lo sblocco dei fondi della Sanità. Ringraziando i dirigenti per l’opportunità di confronto, è stato da noi ribadito come nel caso del  delicato tema delle vaccinazioni sia stata convocata ed ascoltata solo la FIMMG, ignorando una consistente rappresentanza degli MMG da noi espressa. Ci siamo tuttavia impegnati a collaborare con la Direzione Generale per rendere più fluidi i rapporti e apportare costruttive soluzioni per l’impiego dei medici di medicina generale nel salvaguardare la salute della popolazione italiana.

18.06.2021

Piredda: ora assumete gli specializzandi presi per il COVID

Il nostro segretario Davide Piredda ai TG al fianco degli specializzandi assunti per Covid. RAINEWS Servizio Rai al link (min 7,05)

Servizio Videolina

17.06.2021

L'audizione di CODIRP sul PNRR in commissioni riunite

Cignarelli, il rischio è la frammentazione del disegno

“Occorre il coraggio di far interagire direttamente con la cabina di regia le componenti vitali della società. Presentata ieri in audizione la proposta CODIRP di un raccordo diretto tra la cabina di regia e l’andamento dei lavori e dei progetti, grazie alle competenze tecniche specialistiche presenti nella PA”. E’ quanto ha affermato ieri, 17 giugno, Tiziana Cignarelli, Segretario Generale CODIRP, in audizione presso le Commissioni riunite Affari costituzionali e Ambiente, nell’ambito dell’esame del decreto 77/2021 – Semplificazioni “Il disegno di legge in esame (cd. Governance e semplificazione), si inserisce in realtà in un quadro di intensa produzione normativa con aree di intervento che si intersecano e che disciplinano ambiti in parte sovrapponibili. E’ il caso, ad esempio, del decreto legge n. 80 del 9 giugno 2021 “misure urgenti per il rafforzamento della capacità amministrativa delle pubbliche amministrazioni funzionale all’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per l’efficienza della giustizia” la cui legge di conversione è all’esame del Senato in questi giorni che, tra l’altro, disciplina le “misure organizzative a supporto del sistema di coordinamento, gestione, attuazione, monitoraggio e controllo del PNRR”.  [ Leggi ]

19.05.2021

Dl Sostegni. Sì finale della Camera con voto di fiducia

Le principali misure sanitarie: dai farmacisti vaccinatori ai fondi per vaccini e farmaci contro il Covid. Stanziati 2,8 mld per acquisto di vaccini e farmaci contro il Covid quali il Remdesivir e gli anticorpi monoclonali. Si interviene sul personale con l'obiettivo di coinvolgere non solo medici di famiglia, pediatri e specializzandi ma anche medici ambulatoriali, odontoiatri, nonché medici di continuità assistenziale, dell’emergenza sanitaria territoriale e della medicina dei servizi con l'obiettivo di somministrare 56 milioni di dosi. Eliminata la clausola di incompatibilità per gli infermieri del Ssn. Via libera alle vaccinazioni in farmacia senza la presenza del medico. Approfondisci su Quotidiano Sanità

Contatti | Mappa del Sito